Menu

Galleria


Rebeldia


Siamo a Pisa, nell’ex Colorificio Toscano. Uno dei simboli della storia industriale pisana dove fino al 20 ottobre scorso, gli unici cittadini rimasti a vivere questo posto erano i colori. Sono i colori che hanno resistito anche dopo l’abbandono della J Colors, una multinazionale.

Dopo quasi cento anni niente più operai. Tutto fermo. Anzi meglio: tutto in procinto di diventare grigio, e di smettere di pensare. C’è l’Indaco di una montagna di barattoli di vernice e la ruggine che li porta verso il grigio, uno ad uno.

“La cosa impressionante è che è rimasto tutto”, dice Francesco Auletta, tra i promotori del progetto. “Sono scomparse le persone”. “Pensavamo di durare 24 ore, ma questa è la nostra prima occupazione su una proprietà privata e per noi è un successo. Ci sono i macchinari per la produzione dei colori in polvere”. Ci sono le tre “R” che guidano l’operato delle associazioni e comitati di cittadini pisani in questo posto: recuperare, riutilizzare e riqualificare gli immobili esistenti per sottrarli alle speculazioni e ridare un futuro produttivo a Pisa generando economie solidali, relazioni, orti sociali, mercati, attività culturali e ricreative.


® 2017 www.adfotografie.it |

Cel: +39 392 7714803

Ultimo aggiornamento: 11:52 - 15/09/2017
Cookie Policy | Sitemap | Area riservata
by GruppoWeb
Torna su...